Una fresca escursione all’interno della Valle del Lacerno nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise dove il fiume ha scavato nella roccia, nel corso di milioni di anni, un canyon che termina con una meravigliosa cascata.

Discenderemo all’interno delle Gole, trovandoci, dopo poco, ad attraversare diverse volte il corso del torrente Lacerno tra cascatelle e balzi rocciosi. Sarà impossibile non bagnarsi i piedi. Mano a mano procederemo in un canyon dalle pareti sempre più alte e sempre più strette fino ad arrivare in una zona in cui la luce del sole fa capolino per pochissimo tempo durante la giornata. Un luogo tenebroso dove un forte rumore di scroscio d’acqua ci anticiperà la meta finale: la fantastica cascata nel profondo della gola detta, non a caso, il “Cuccetto dell’Inferno”.

Torneremo per la stessa strada alle macchine e ci sposteremo a Campoli Appennino, un grazioso borgo che si sviluppa sopra una immensa dolina carsica che ospita al suo interno alcuni orsi marsicani.

APPUNTAMENTI PER IL 25 AGO 2018

Ci incontreremo alle 10.30 in un punto comunicato al momento della prenotazione nelle vicinanze di Campoli Appennino (FR).

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione e’ OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 23/08/2018.

Il trasporto è a carico del partecipanti. In fase di prenotazione preghiamo i conducenti che abbiano posti liberi di segnalarci se disponibili a trasportare altri partecipanti e una stazione metro a loro comoda dove poterli eventualmente incontrare. Faremo il possibile per mettere in contatto i conducenti e i partecipanti sprovvisti di mezzi per raggiungere il luogo dell’appuntamento. Resta comunque inteso che le Guide NON si assumono alcun onere e responsabilità sulle contrattazioni trai partecipanti e NON si assumono alcun impegno a trovare una sistemazione di trasporto per tutti.

Suggeriamo, come regola generale, che, per auto con più di due passeggeri (incluso il conducente), il costo del carburante e di eventuali pedaggi autostradali sia a carico dei partecipanti trasportati esonerando quindi il conducente. Nel caso di auto con due soli passeggeri (incluso il conducente), consigliamo una divisione delle spese.

L’escursione prevede l’attraversamento in vari punti del Torrente Lacerno che presenta molti ciottoli scivolosi. In molti casi sarà consigliato di immergere il piede nell’acqua piuttosto che tentare di passare sulle rocce. Per tale motivo le scarpe devono essere assolutamente impermeabili.

L’escursione è per buona parte classificabile come di difficoltà E. Il tratto finale (di un centinaio di metri) che porta alla cascata richiede una buona tecnica e agilità nel passare massi scivolosi e necessita anche dell’utilizzo delle mani per la progressione. Per tale ragione la difficoltà di tale tratto è di livello EE.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Scarpe da trekking impermeabili obbligatorie
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia e di portare indumenti e scarpe di ricambio da lasciare in auto
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

Al fine di poter svolgere l’escursione nella massima sicurezza e tranquillità e nella piena soddisfazione di tutti, richiediamo ai nostri partecipanti di attenersi alle seguenti regole e in particolare a:

  • contattare telefonicamente la Guida nei giorni precedenti l’escursione;
  • rispettare l’orario di partenza e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate a insindacabile giudizio della Guida;
  • presentarsi con una condizione psicofisica, un abbigliamento e un’attrezzatura adeguati all’escursione e di riferire eventuali problematiche alla Guida nei giorni antecedenti alla partenza;
  • mantenere un comportamento disciplinato nel corso dell’escursione, rispettando le persone e le proprietà private e attenendosi alle disposizioni impartite dalla Guida;
  • seguire il percorso stabilito senza allontanarsi o abbandonare il gruppo e senza superare la Guida;
  • collaborare con la Guida per la buona riuscita dell’escursione e informarla di ogni problematica che dovesse emergere durante lo svolgimento delle attività programmate, in particolare riguardo alle proprie condizioni psicofisiche e dell’attrezzatura;
  • non raccogliere fiori, piante o erbe protette e comunque rispettare le indicazioni impartite dalla Guida;
  • conservare i propri rifiuti durante l’intera durata dell’attività;
  • tenere il proprio cane al guinzaglio (se la Guida ne consente la partecipazione) per tutta la durata dell’escursione ed evitare di arrecare disturbo agli altri partecipanti.

Ogni partecipante è personalmente responsabile di eventuali comportamenti rischiosi per sé e per gli altri, in particolare nel caso in cui dovesse prendere iniziative personali nonostante il parere contrario della Guida.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Nel corso dell’escursione verranno effettuati scatti fotografici e riprese video che possono comparire su siti di pubblico dominio e che saranno utilizzati dall’organizzazione per finalità promozionali riguardanti l’attività stessa.
Ogni partecipante può richiedere di non essere ripreso facendone esplicita richiesta alla Guida.

La partecipazione alle nostre escursioni comporta l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

La quota di partecipazione comprende esclusivamente il servizio di accompagnamento.

 

PERCORSO

Una fresca escursione all’interno della Valle del Lacerno nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise dove il fiume ha scavato nella roccia, nel corso di milioni di anni, un canyon che termina con una meravigliosa cascata.

Discenderemo all’interno delle Gole, trovandoci, dopo poco, ad attraversare diverse volte il corso del torrente Lacerno tra cascatelle e balzi rocciosi. Sarà impossibile non bagnarsi i piedi. Mano a mano procederemo in un canyon dalle pareti sempre più alte e sempre più strette fino ad arrivare in una zona in cui la luce del sole fa capolino per pochissimo tempo durante la giornata. Un luogo tenebroso dove un forte rumore di scroscio d’acqua ci anticiperà la meta finale: la fantastica cascata nel profondo della gola detta, non a caso, il “Cuccetto dell’Inferno”.

Torneremo per la stessa strada alle macchine e ci sposteremo a Campoli Appennino, un grazioso borgo che si sviluppa sopra una immensa dolina carsica che ospita al suo interno alcuni orsi marsicani.

APPUNTAMENTI

25
AGO
2018

Ci incontreremo alle 10.30 in un punto comunicato al momento della prenotazione nelle vicinanze di Campoli Appennino (FR).

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione e’ OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 23/08/2018.

Il trasporto è a carico del partecipanti. In fase di prenotazione preghiamo i conducenti che abbiano posti liberi di segnalarci se disponibili a trasportare altri partecipanti e una stazione metro a loro comoda dove poterli eventualmente incontrare. Faremo il possibile per mettere in contatto i conducenti e i partecipanti sprovvisti di mezzi per raggiungere il luogo dell’appuntamento. Resta comunque inteso che le Guide NON si assumono alcun onere e responsabilità sulle contrattazioni trai partecipanti e NON si assumono alcun impegno a trovare una sistemazione di trasporto per tutti.

Suggeriamo, come regola generale, che, per auto con più di due passeggeri (incluso il conducente), il costo del carburante e di eventuali pedaggi autostradali sia a carico dei partecipanti trasportati esonerando quindi il conducente. Nel caso di auto con due soli passeggeri (incluso il conducente), consigliamo una divisione delle spese.

IN CAMMINO

L’escursione prevede l’attraversamento in vari punti del Torrente Lacerno che presenta molti ciottoli scivolosi. In molti casi sarà consigliato di immergere il piede nell’acqua piuttosto che tentare di passare sulle rocce. Per tale motivo le scarpe devono essere assolutamente impermeabili.

L’escursione è per buona parte classificabile come di difficoltà E. Il tratto finale (di un centinaio di metri) che porta alla cascata richiede una buona tecnica e agilità nel passare massi scivolosi e necessita anche dell’utilizzo delle mani per la progressione. Per tale ragione la difficoltà di tale tratto è di livello EE.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

ATTREZZATURA ABBIGLIAMENTO

Scarpe da trekking impermeabili obbligatorie
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia e di portare indumenti e scarpe di ricambio da lasciare in auto
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

REGOLAMENTO ESCURSIONE

Al fine di poter svolgere l’escursione nella massima sicurezza e tranquillità e nella piena soddisfazione di tutti, richiediamo ai nostri partecipanti di attenersi alle seguenti regole e in particolare a:

  • contattare telefonicamente la Guida nei giorni precedenti l’escursione;
  • rispettare l’orario di partenza e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate a insindacabile giudizio della Guida;
  • presentarsi con una condizione psicofisica, un abbigliamento e un’attrezzatura adeguati all’escursione e di riferire eventuali problematiche alla Guida nei giorni antecedenti alla partenza;
  • mantenere un comportamento disciplinato nel corso dell’escursione, rispettando le persone e le proprietà private e attenendosi alle disposizioni impartite dalla Guida;
  • seguire il percorso stabilito senza allontanarsi o abbandonare il gruppo e senza superare la Guida;
  • collaborare con la Guida per la buona riuscita dell’escursione e informarla di ogni problematica che dovesse emergere durante lo svolgimento delle attività programmate, in particolare riguardo alle proprie condizioni psicofisiche e dell’attrezzatura;
  • non raccogliere fiori, piante o erbe protette e comunque rispettare le indicazioni impartite dalla Guida;
  • conservare i propri rifiuti durante l’intera durata dell’attività;
  • tenere il proprio cane al guinzaglio (se la Guida ne consente la partecipazione) per tutta la durata dell’escursione ed evitare di arrecare disturbo agli altri partecipanti.

Ogni partecipante è personalmente responsabile di eventuali comportamenti rischiosi per sé e per gli altri, in particolare nel caso in cui dovesse prendere iniziative personali nonostante il parere contrario della Guida.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Nel corso dell’escursione verranno effettuati scatti fotografici e riprese video che possono comparire su siti di pubblico dominio e che saranno utilizzati dall’organizzazione per finalità promozionali riguardanti l’attività stessa.
Ogni partecipante può richiedere di non essere ripreso facendone esplicita richiesta alla Guida.

La partecipazione alle nostre escursioni comporta l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

La quota di partecipazione comprende esclusivamente il servizio di accompagnamento.

INFO E PRENOTAZIONI

Agostino Anfossi, Guida AIGAE, cell 377 55 010 91

 


“Non dimenticate che la terra si diletta a sentire i vostri piedi nudi e i venti desiderano intensamente giocare con i vostri capelli”. (Kahlil Gibran)