Nonostante la loro lunghezza molto limitata, estendendosi per poco più di dieci km dal comprensorio di Campo Staffi a quello di Campocatino, i Càntari sono una delle montagne più amate dell’Appenino Laziale in quanto a panorama e varietà del percorso.

I Càntari sono un piccolo gruppo di cime che si pone quasi “di traverso” in direzione nord-sud ad interrompere il contesto montuoso dei Monti Simbruini e dei Monti Ernici, costituito tipicamente da catene sviluppate da nord ovest a sud est e, non a caso, sono anche montagne di confine del passato ( tra il Regno delle due Sicilie e lo Stato Pontificio) e del presente (tra il Lazio e l’Abruzzo).

Percorreremo un anello partendo dal Valico di Serra Sant’Antonio (1608 m) e in leggero falsopiano giungeremo a Fonte della Moscosa. Da li saliremo decisamente verso Monte Piano (1838 m) e raggiungeremo le varie elevazioni ( ben tre sopra i 2000 metri) mantenendosi sempre alla destra di strapiombanti pareti che affacciano sulla Val Roveto.  Proseguiremo lungo la panoramica cresta fino alla vetta principale della giornata: il Monte Viglio (2156 m) da cui godremo di una splendida vista sui Simbruini, gli Ernici e altre catene degli Appennini.

Discenderemo verso la Bocchetta del Viglio da cui godremo il panorama su Campo Catino. Da lì, piegando verso ovest, continueremo a scendere fino ad entrare in una faggeta che ci accompagnerà a tornare di nuovo a Fonte della Moscosa e da lì al punto di partenza.

APPUNTAMENTI PER IL 30 SET 2018

Ci incontreremo alle 9.00 nei pressi di Filettino. Dettagli forniti al momento della conferma dell’escursione.

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione e’ OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 28/09/2018.

Il trasporto è a carico del partecipanti. In fase di prenotazione preghiamo i conducenti che abbiano posti liberi di segnalarci se disponibili a trasportare altri partecipanti e una stazione metro a loro comoda dove poterli eventualmente incontrare. Faremo il possibile per mettere in contatto i conducenti e i partecipanti sprovvisti di mezzi per raggiungere il luogo dell’appuntamento. Resta comunque inteso che le Guide NON si assumono alcun onere e responsabilità sulle contrattazioni trai partecipanti e NON si assumono alcun impegno a trovare una sistemazione di trasporto per tutti.

Suggeriamo, come regola generale, che, per auto con più di due passeggeri (incluso il conducente), il costo del carburante e di eventuali pedaggi autostradali sia a carico dei partecipanti trasportati esonerando quindi il conducente. Nel caso di auto con due soli passeggeri (incluso il conducente), consigliamo una divisione delle spese.

In base alla composizione del gruppo, la Guida deciderà se affrontare la salita del Gendarme o meno.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Scarpe da trekking obbligatorie
Bastoncini da trekking facoltativi ma fortemente consigliati
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia e di portare indumenti di ricambio da lasciare in auto
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

Al fine di poter svolgere l’escursione nella massima sicurezza e tranquillità e nella piena soddisfazione di tutti, richiediamo ai nostri partecipanti di attenersi alle seguenti regole e in particolare a:

  • contattare telefonicamente la Guida nei giorni precedenti l’escursione;
  • rispettare l’orario di partenza e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate a insindacabile giudizio della Guida;
  • presentarsi con una condizione psicofisica, un abbigliamento e un’attrezzatura adeguati all’escursione e di riferire eventuali problematiche alla Guida nei giorni antecedenti alla partenza;
  • mantenere un comportamento disciplinato nel corso dell’escursione, rispettando le persone e le proprietà private e attenendosi alle disposizioni impartite dalla Guida;
  • seguire il percorso stabilito senza allontanarsi o abbandonare il gruppo e senza superare la Guida;
  • collaborare con la Guida per la buona riuscita dell’escursione e informarla di ogni problematica che dovesse emergere durante lo svolgimento delle attività programmate, in particolare riguardo alle proprie condizioni psicofisiche e dell’attrezzatura;
  • non raccogliere fiori, piante o erbe protette e comunque rispettare le indicazioni impartite dalla Guida;
  • conservare i propri rifiuti durante l’intera durata dell’attività;
  • tenere il proprio cane al guinzaglio (se la Guida ne consente la partecipazione) per tutta la durata dell’escursione ed evitare di arrecare disturbo agli altri partecipanti.

Ogni partecipante è personalmente responsabile di eventuali comportamenti rischiosi per sé e per gli altri, in particolare nel caso in cui dovesse prendere iniziative personali nonostante il parere contrario della Guida.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Nel corso dell’escursione verranno effettuati scatti fotografici e riprese video che possono comparire su siti di pubblico dominio e che saranno utilizzati dall’organizzazione per finalità promozionali riguardanti l’attività stessa.
Ogni partecipante può richiedere di non essere ripreso facendone esplicita richiesta alla Guida.

La partecipazione alle nostre escursioni comporta l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

La quota di partecipazione comprende esclusivamente il servizio di accompagnamento.

 

PERCORSO

Nonostante la loro lunghezza molto limitata, estendendosi per poco più di dieci km dal comprensorio di Campo Staffi a quello di Campocatino, i Càntari sono una delle montagne più amate dell’Appenino Laziale in quanto a panorama e varietà del percorso.

I Càntari sono un piccolo gruppo di cime che si pone quasi “di traverso” in direzione nord-sud ad interrompere il contesto montuoso dei Monti Simbruini e dei Monti Ernici, costituito tipicamente da catene sviluppate da nord ovest a sud est e, non a caso, sono anche montagne di confine del passato ( tra il Regno delle due Sicilie e lo Stato Pontificio) e del presente (tra il Lazio e l’Abruzzo).

Percorreremo un anello partendo dal Valico di Serra Sant’Antonio (1608 m) e in leggero falsopiano giungeremo a Fonte della Moscosa. Da li saliremo decisamente verso Monte Piano (1838 m) e raggiungeremo le varie elevazioni ( ben tre sopra i 2000 metri) mantenendosi sempre alla destra di strapiombanti pareti che affacciano sulla Val Roveto.  Proseguiremo lungo la panoramica cresta fino alla vetta principale della giornata: il Monte Viglio (2156 m) da cui godremo di una splendida vista sui Simbruini, gli Ernici e altre catene degli Appennini.

Discenderemo verso la Bocchetta del Viglio da cui godremo il panorama su Campo Catino. Da lì, piegando verso ovest, continueremo a scendere fino ad entrare in una faggeta che ci accompagnerà a tornare di nuovo a Fonte della Moscosa e da lì al punto di partenza.

APPUNTAMENTI

30
SET
2018

Ci incontreremo alle 9.00 nei pressi di Filettino. Dettagli forniti al momento della conferma dell’escursione.

Al fine di gestire al meglio l’organizzazione dell’escursione e’ OBBLIGATORIO PRENOTARE contattando direttamente PER TELEFONO le Guide entro le ore 19:00 del 28/09/2018.

Il trasporto è a carico del partecipanti. In fase di prenotazione preghiamo i conducenti che abbiano posti liberi di segnalarci se disponibili a trasportare altri partecipanti e una stazione metro a loro comoda dove poterli eventualmente incontrare. Faremo il possibile per mettere in contatto i conducenti e i partecipanti sprovvisti di mezzi per raggiungere il luogo dell’appuntamento. Resta comunque inteso che le Guide NON si assumono alcun onere e responsabilità sulle contrattazioni trai partecipanti e NON si assumono alcun impegno a trovare una sistemazione di trasporto per tutti.

Suggeriamo, come regola generale, che, per auto con più di due passeggeri (incluso il conducente), il costo del carburante e di eventuali pedaggi autostradali sia a carico dei partecipanti trasportati esonerando quindi il conducente. Nel caso di auto con due soli passeggeri (incluso il conducente), consigliamo una divisione delle spese.

IN CAMMINO

In base alla composizione del gruppo, la Guida deciderà se affrontare la salita del Gendarme o meno.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

ATTREZZATURA ABBIGLIAMENTO

Scarpe da trekking obbligatorie
Bastoncini da trekking facoltativi ma fortemente consigliati
Consigliamo di vestirsi a strati con indumenti traspiranti e antivento/antipioggia e di portare indumenti di ricambio da lasciare in auto
Pranzo al sacco e almeno 1,5 litri d’acqua

Gli accompagnatori si riservano la facoltà di negare la partecipazione qualora giudicassero non adeguato l’equipaggiamento posseduto dall’escursionista.

REGOLAMENTO ESCURSIONE

Al fine di poter svolgere l’escursione nella massima sicurezza e tranquillità e nella piena soddisfazione di tutti, richiediamo ai nostri partecipanti di attenersi alle seguenti regole e in particolare a:

  • contattare telefonicamente la Guida nei giorni precedenti l’escursione;
  • rispettare l’orario di partenza e il programma stabilito, adeguandosi alle eventuali variazioni apportate a insindacabile giudizio della Guida;
  • presentarsi con una condizione psicofisica, un abbigliamento e un’attrezzatura adeguati all’escursione e di riferire eventuali problematiche alla Guida nei giorni antecedenti alla partenza;
  • mantenere un comportamento disciplinato nel corso dell’escursione, rispettando le persone e le proprietà private e attenendosi alle disposizioni impartite dalla Guida;
  • seguire il percorso stabilito senza allontanarsi o abbandonare il gruppo e senza superare la Guida;
  • collaborare con la Guida per la buona riuscita dell’escursione e informarla di ogni problematica che dovesse emergere durante lo svolgimento delle attività programmate, in particolare riguardo alle proprie condizioni psicofisiche e dell’attrezzatura;
  • non raccogliere fiori, piante o erbe protette e comunque rispettare le indicazioni impartite dalla Guida;
  • conservare i propri rifiuti durante l’intera durata dell’attività;
  • tenere il proprio cane al guinzaglio (se la Guida ne consente la partecipazione) per tutta la durata dell’escursione ed evitare di arrecare disturbo agli altri partecipanti.

Ogni partecipante è personalmente responsabile di eventuali comportamenti rischiosi per sé e per gli altri, in particolare nel caso in cui dovesse prendere iniziative personali nonostante il parere contrario della Guida.

Gli organizzatori si riservano la facoltà di variare il percorso e la sua durata in base alle condizioni meteo, dei sentieri o fisiche dei partecipanti.

Nel corso dell’escursione verranno effettuati scatti fotografici e riprese video che possono comparire su siti di pubblico dominio e che saranno utilizzati dall’organizzazione per finalità promozionali riguardanti l’attività stessa.
Ogni partecipante può richiedere di non essere ripreso facendone esplicita richiesta alla Guida.

La partecipazione alle nostre escursioni comporta l’accettazione incondizionata del presente regolamento.

La quota di partecipazione comprende esclusivamente il servizio di accompagnamento.

INFO E PRENOTAZIONI

Agostino Anfossi, Guida AIGAE, cell 377 55 010 91

 


“Non dimenticate che la terra si diletta a sentire i vostri piedi nudi e i venti desiderano intensamente giocare con i vostri capelli”. (Kahlil Gibran)